indice
Nicoletta Strambelli (Patty Pravo)

 

:: Biografia

All’anagrafe Nicoletta Strambelli, dopo gli studi al Conservatorio e un soggiorno a Londra si stabilisce a Roma, dove nel ‘66 è notata da Alberico Crocetta, proprietario del Piper (il locale più noto della capitale), e incoraggiata alla carriera di cantante, sotto lo pseudonimo di Guy Magenta; esordisce nello stesso anno, grazie a Gianni Boncompagni (che le suggerisce il nome d’arte), con il 45 giri “Ragazzo triste” (traduzione di “But you’re mine” di Sonny Bono), su RCA con marchio Arc, e s’impone rapidamente sul mercato fino a esplodere - nel 1968 - con il clamoroso successo de “La bambola”. Negli anni successivi, lasciato cadere il look di “ragazza del Piper” per assumere un’immagine più sofisticata (ma non per questo meno trasgressiva), conserva saldamente il ruolo di protagonista con una serie di hits - “Pazza idea” (1973), “Pensiero stupendo” (1978), “Per una bambola” (1984), “Pigramente signora” (1987) - e di album sempre di eccellente livello.